Le spese mediche rimborsate dall’assicurazione sono detraibili?

Le spese mediche rimborsate dall’assicurazione sono detraibili? Rimaniamo in tema di dubbi fiscali che possono sorgere durate il periodo di dichiarazioni dei redditi e vediamo se le spese mediche, già rimborsate dall’assicurazione, possono o meno essere portate in detrazione.

Le spese mediche rimborsate dall’Assicurazione sono detraibili?

Il riferimento è alle spese mediche sostenute a causa delle lesioni subite in un incidente stradale. Il danneggiato ha diritto di ottenerne il rimborso da parte dell’Assicurazione tenuta a risarcire il danno.

Regola generale:

Salvo approfondire la questione con il proprio commercialista di fiducia, la regola generale è che, se le spese mediche sono già state rimborsate dall’assicurazione (e dunque non sono rimaste a carico del soggetto), queste stesse spese non sono anche detraibili.
Poter usufruire anche della loro detraibilità, infatti, significherebbe accordare al danneggiato un vantaggio economico non giustificato a fronte del rimborso integrale avvenuto da parte dell’Assicurazione.

Sarà invece possibile detrarle nel caso in cui l’Assicurazione non le abbia rimborsate, ad esempio perché non le ha ritenute congrue o pertinenti alle lesioni subite.

Può accadere infatti che l’Assicurazione ritenga che alcune delle spese mediche sostenute non siano propriamente inerenti le lesioni subite e pertanto le contesti e neghi il rimborso. Questo, ad esempio, nel caso di spese di fisioterapia non propriamente riferita alle lesioni subite, perché ad esempio manca una specifica prescrizione di un medico fisiatra. Oppure, a volte, nei casi in cui lo scontrino del medicinale non è direttamente riferibile ad una prescrizione medica inerente la lesione subita. Ecco perché è importante, per evitare contestazioni, fare molta attenzione a che tutta la documentazione medica, spese comprese, sia completa e corretta.

Ai fini della detrazione, si precisa poi che, se non già rimborsate dall’assicurazione, le spese sanitarie relative all’acquisto di medicinali devono essere certificate da fattura o da scontrino fiscale contenente la specificazione della natura, qualità e quantità dei beni e l’indicazione del codice fiscale del destinatario.
Per il dettaglio e completezza della materia, il riferimento normativo è l’art. 15 comma 1 lettera c) D.P.R. n. 917 del 11/12/1986

Un grazie di nuovo alla dr.ssa Laura Fantinati, commercialista e mia grande amica, per l’occhio “fiscale” con cui ha supervisionato questo post.

 

 

Non ci sono commenti

Hai delle domande? Ti è capitato un caso simile?
Scrivici qui sotto, saremo lieti di risponderti!